Orvieto: A walk back to exemplary, authentic Italy….

Nell’immaginario collettivo globale, esiste una visione chiara dell’Italia:  e’ un’Italia romantica, un’ Italia armonica, un’Italia di vecchie tradizioni, un’Italia lenta ed idilliaca, dove generazioni di famiglie s’incontrano ancora giornalmente, le Nonne passeggiano ancora i nipotini la sera prima di cena vestite perbene, e la cucina e’ ricca, saporita, colorata.

Passeggiata a Orvieto.... Copyright  Francesca Mignosa 2013
Passeggiata a Orvieto…. Copyright Francesca Mignosa 2013

Oggi, come ogni realta’ e ogni paese, anche l’Italia e’ cambiata — ma esiste ancora un borgo di origine etrusca la cui sagoma appare come una pietra preziosa gentilmente posata sull’anello di una donna nobile.  Il gioiello umbro che custodisce ancora tutti i sapori, i colori e i ritmi di una “Italia antica,”  un luogo pittoresco ed incantevole e’ Orvieto.  L’opposto delle grandi citta’ italiane, lontana dal traffico, dalle folle di turisti, nel cuore dei polmoni verdi dell’Umbria, Orvieto riesce ancora a regalare al visitatore piu’ attento la magia di un’Italia esemplare, dell’Italia del nostro immaginario.  Pochissime le tappe must da visitare:  il rinomato Duomo {unico in Italia nel suo genere architettonico, e nella facciata, un vero dipinto d’autore} e il Pozzo di San Patrizio.

Gallerie d'arte a Orvieto....Copyright  Francesca Mignosa 2013
Gallerie d’arte a Orvieto….Copyright Francesca Mignosa 2013

Qui la vita scorre in maniera semplice, lenta, genuina.  A tavola, insieme a nuovi amici umbri, ho appreso dei vini, dei formaggi, dell’olio d’oliva locale, del pane e della pizza lievitati ancora alla vecchia maniera – naturale (cio’ che oggi chiameremmo “biologico”).  I pochi localini e ristoranti presenti, illuminano la sera le viuzze idilliache del luogo, dalle cucine s’innalzano i profumi della cucina genuina umbra che ci ricordano che la vita e’ un processo lento, com’e’ lenta la produzione dei prodotti locali, artigianali, senza conservanti — e che proprio questa lentezza aiuta a consolidare gli aromi e i colori, e, metaforicamente– a rendere anche la nostra vita piu’ saporita, piu’ aromatica.

Campagna Umbra....Copyright  Francesca Mignosa 2013
Campagna Umbra….Copyright Francesca Mignosa 2013

In the global collective imagery we all have a clear vision of Italy : it is a romantic Italy, a harmonious Italy, an Italy of old traditions, a slow and idyllic Italy, where generations of families still meet on a daily basis, grandmothers walk their grandchlidren in the evening before dinner all dressed up, and the cuisine is rich, flavorful, colorful.  Today, like every reality and every country, Italy has also changed – but there is still a hamlet of Etruscan origins whose shape looks like a precious stone gently placed on the ring of a noble woman.  The Umbrian jewel that still preserves all the flavors, colors and rhythms of “ancient Italy” is the picturesque and charming Orvieto.  The opposite of big Italian cities, away from traffic, from the crowds of tourists in the heart of green Umbria, Orvieto still manages to give the most attentive visitors a taste of the magic of exemplary Italy, of the Italy of our imagination.

Madonne a Orvieto....Copyright  Francesca Mignosa 2013
Madonne a Orvieto….Copyright Francesca Mignosa 2013

There are only a few must stops: the famous Duomo {unique in its architectural genre, and its façade, a true work of art} and St. Patrick’s Well.  Here life flows in a simple, slow, genuine manner.  Around the table with some new Umbrian friends, I learned about local wines, cheeses, olive oil, bread and pizza still leavened the old fashioned way – naturally (what we would refer to today as “organic “).

Ceramiche Umbre....copyright  Francesca Mignosa 2013
Ceramiche Umbre….copyright Francesca Mignosa 2013

In the evening, the few cafes and restaurants around illuminate the idyllic streets, the aromas of authentic Umbrian cuisine travel those very alleys and remind us that life is a slow process, like the production of local artisanal products made with no preservatives – and that this very slow pace helps to consolidate their aromas and colors, and metaphorically – to make our lives more flavorful, more aromatic.

View of Orvieto from my room.....Copyright Francesca Mignosa 2013
View of Orvieto from my room…..Copyright Francesca Mignosa 2013

4 Comments Add yours

  1. Elda Borroni says:

    E’ veramente un piacere leggere il tuo blog. Bellissima la descrizione dei luoghi antichi, dei cibi profumati, delle persone gentili e di cuore generoso e semplice, questa l’ Italia che amo e che voglio ricordare. Grazie, Francesca. Buone Feste a te e famiglia.

    *Elda*

    1. Carissima Elda – grazie per le sue sempre gentili e dolci parole. Io amo scrivere e spero di riuscire a trasmettere alcune delle sensazioni che provo in questo meraviglioso viaggio chiamato “vita”! Sono felice che la riflessione di Orvieto abbia riscaldato la sua memoria. A presto, con altre riflessioni italiane…..auguro a Lei e alla Sua Famiglia un sereno Natale di Pace e Amore. Francesca

  2. lorena spaccini says:

    Probabilmente ha avuto solo una mezza giornata per vedere Orvieto ,altrimenti avrebbe potuto scoprire tanti angoli altrettanto interessanti del duomo ed il pozzo, ma senz’altro meno scontati : quartiere medievale , tombe etrusche ,piazza della repubblica ,piazza del capitano del popolo…….

    1. Ciao Lorena….si appena una giornata……ma ritornero’ sicuramente ad Orvieto e terro’ a mente i tuoi suggerimenti! Buone Feste a te e ai tuoi cari. Francesca

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s