An Afternoon with Pres. Mimmo Azzia conversing on “L’Amore per la Sicilia”

While in Catania, Sicily – I was interviewed by President Mimmo Azzia on My Sicily, my emotions in Winning the Italian Literary Award “Sicilia Mondo”, Sicilians Abroad, the role of Young Sicilians Abroad and the meaning of “AMORE per la PROPRIA TERRA”  — Love for one’s country…..The interview is in Italian only.  For all the English speakers – you may use Google Translate to translate into English.  http://translate.google.com/

Sicilia Mondo – Francesca Mignosa, delegata  dell’Ohio, vincitrice XIII edizione del  Premio Letterario Giovanile 2012

Francesca Mignosa, è la vincitrice della XIII edizione del  Premio Letterario Giovanile 2012 sul  tema “Come è stata vista nelle società di  residenza la storia dell’Unità d’Italia dai figli e dai  nipoti di siciliani? E’ ancora vivo il  sentimento di italianità e di amore alla Sicilia nelle nuove generazioni? Cosa proponi di fare per mantenere viva la identità di origine? Scrivi quello che pensi.

Francesca è nata ad  Augusta (SR) nel 1981, da mamma  siculo-americana e papà siciliano.  Da 16 anni negli Stati Uniti, nello  Stato dell’Ohio, ha conseguito presso la Ohio University le lauree  di  Linguistica, Francese, Affari Esteri e due Masters: Affari Esteri e  Sceneggiatura. Conosce e parla l’Inglese, il Francese, lo Spagnolo e il  Portoghese.  Giornalista, ha pubblicato di recente il libro “My Sicily”. Dispone di  un blog e di una pagina  Facebook professionale.  Esperta in  Pubblice Relazioni.

Francesca Mignosa, responsabile dell’Ohio, è venuta a trovarci a  Sicilia Mondo dove è di casa per gli stretti contatti e le informazioni di  quotidianità con la comunità siciliana. Ha esultato di gioia  alla comunicazione di aver vinto anche  questa dodicesima edizione del Premio 2012.

Francesca è stata accolta e festeggiata con gioia e affettuosità  a Sicilia Mondo. Con la solarità e vivacità del suo carattere, ha trasmesso a  tutti una nota di buon umore ed allegria in un pomeriggio trascorso insieme e  denso di riflessioni, aneddoti e progetti per il futuro.

A Francesca abbiamo chiesto:

Quale è il tema del tuo  libro “My Sicily”?

“My Sicily”  è stato  pubblicato negli Stati Uniti l’1 settembre scorso.  Descrive i sentimenti e  le emozioni sui luoghi e le persone del cuore della mia Sicilia. Un viaggio nei  luoghi da me preferiti, le sfumature della nostra cultura scritte con amore;  rilegge la cucina, i colori, i  profumi, l’arte, la storia, la spiritualità, l’identità, lo spirito, l’essenza,  la teatralità dei siciliani.  Un mondo che fa parte di me.

Ho impiegato un  anno e mezzo per scriverlo. E’ stato stampato in lingua inglese

Tra un capitolo e l’altro, ho inserito tanti proverbi siciliani  con la traduzione letterale e  contestuale, allo scopo di rendere più vivace i contenuti e per fare entrare il  lettore nel cuore e nel modo di vivere siciliano, con tutte le sue emozioni,  tradizioni che costituiscono certamente un grande motivo di interesse per le  nuove generazioni. Un patrimonio che voglio fare conoscere per far capire la  peculiarità della nostra gente, cosi vicina al mio cuore.

Quale è la posizione  della comunità italiana nella società ospitante?

Si distingue e primeggia nei settori dell’istruzione, delle  costruzioni, della cucina, del design, della moda e di tutto ciò che è “Made in  Italy”.  Prevalgono, con spiritualità, i valori della famiglia, del  lavoro, della cultura ma anche  della cucina e delle bellezze naturali.

Parlami dei figli e  nipoti siciliani.  Sentono d’orgoglio della appartenenza? Si sentono più  italiani o americani?

Sì, sono sempre  orgogliosi delle proprie origini e le ostentano con grande charme anche nei  luoghi pubblici, con la  Trinacria anche nelle tshirts. I ristoranti siciliani espongono  la bandiera ed i souvenirs siciliani.

La  cultura  siciliana si identifica con  l’amore  per la famiglia, le tradizioni religiose e la cucina siciliana.

Che cosa si può fare per  mantenere vivo il rapporto di italianità?

Nelle nuove generazioni c’è un ritorno alle origini ed alla  cultura tradizionale, come desiderio di approfondire la propria identità di  origine.

Da parte delle Associazioni c’è la responsabilità di tenere vivo  questo sentimento e di diffonderlo.

In proposito, propongo di mantenere vivo il dialogo tra i  giovani Siciliani delle due sponde, privilegiare lo studio della lingua,  opportunità di lavoro, internships-stages per una maggiore reciproca conoscenza,  festivals culturali ed educativi nelle varie lingue,viaggi interculturali.

Questa è la mia riflessione di sintesi:  Essere Siciliano  significa già essere Arabo, Francese, Spagnolo, Svevo, Romano, Greco,  Tedesco-Austriaco.  Significa già essere cittadino del mondo.  Una  lezione che abbiamo imparato dalla nostra storia e che aiuterà, oggi, più che  mai.

Da Sicilia Mondo, dove sono ospite, voglio inviare un messaggio  di saluto caloroso a tutti i Siciliani nel Mondo e soprattutto ai giovani come  me  e un invito a visitare il mio  blog relativo alla nostra meravigliosa e magica isola: LA SICILIA! La mia pagina facebook  è https://francescamignosa.wordpress.com. Potete anche acquistare una  copia di “My Sicily” che può essere spedita in tutto il  mondo.

leotro

“U Liotru” {The Elephant} – Symbol of the city of Catania, Sicily

duomo di catania

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s